• Articolo , 16 dicembre 2008
  • Australia: ambientalisti contro politica del governo

  • Nonostante le aperture del nuovo governo laburista, sul tema ambientale è di nuovo scontro tra gli ambientalisti e l’esecutivo

Proteste si sono avute a Sidney contro il piano presentato dal governo laburista. Le associazioni ambientaliste, scese in piazza anche in altre città australiane, contestano al primo ministro Kevin Rudd di aver progettato delle nuove direttive, in fatto di emissioni inquinanti, assolutamente inefficaci.
Queste prevedono infatti che entro il 2020 i gas a effetto serra dovranno essere ridotti solo del 5%, sulla base dei valori del 2000.
Le associazioni ambientaliste chiedevano invece che la riduzione fosse almeno del 25%.
Dimostrazioni proteste e cortei si sono avuti anche ad Adelaide, a Brisbane e a Canberra, capitale del Paese, dove un centinaio di manifestanti hanno fischiato all’indirizzo del premier davanti al Parlamento.
Sembra così finita la luna di miele tra ambientalisti e il laburista Kevind Rudd, che appena eletto, aveva subito ratificato il protocollo di Kyoto, contrariamente al precedente governo conservatore che aveva sempre rifiutato la ratifica.