• Articolo , 9 luglio 2007
  • Australia: corridoio contro l’effetto serra

  • Una striscia di migliaia di chilometri per salvaguardare foreste e vegetazione. Non viene ancora spiegato, almeno dalla agenzia Reuters (l’unica a fornire la notizia), come si riuscirà a preservare dagli effetti del riscaldamento globale una così ampia fetta di territorio

L’obiettivo di alcuni scienziati è quello di realizzare un vero e proprio “corridoio salva global-warming” che attraversi il territorio australiano affinchè sia la fauna che la flora non subiscano le conseguenze dell’effetto serra. Il progetto, che è stato approvato dallo stato e dalle autorità locali, viene localizzato in quella zona di territorio che va dalla fascia tropicale a nord, fino alle cosiddette Alpi australiane a sud. Questo “corridoio” sarà di quasi tremila chilometri e correrà lungo la costa est dell’Australia. David Lindenmayer, docente di biologia della conservazione, ha dichiarato: “Molte delle foreste e della vegetazione crescono lungo la dorsale. Ma ci sono ancora dei blocchi”. Sul come si combatterà l’effetto serra in questo corridoio però non si hanno ancora informazioni.
In realtà, dell’esigenza di proteggere questa zona, se ne parla sin dagli anni novanta, proprio perchè si tratta di una regione tra le più colpite dall’effetto serra e la sua situazione sta ormai peggiorando molto velocemente.
Una volta realizzata questa “dorsale protetta”, farà anche da collegamento, tra aree verdi, foreste, parchi, cosa che gioverà anche alla fauna locale. (fonte Reuters)