• Articolo , 12 novembre 2010
  • Australia, destinati fondi per le rinnovabili

  • La Victoria, regione australiana, avrà un investimento di 9 miliardi di dollari per accrescere le proprie energie rinnovabili. Tale fondo comporterà, entro il 2016, 3 GW di energia prodotta e un aumento dell’occupazione. Tuttavia una parte politica si oppone alla costruzione di impianti eolici.

(Rinnovabili.it) – L’Australia è tra gli stati più inclini e più attratti dalle energie rinnovabili. L’ultima conferma di questo interesse arriva da un rapporto, richiesto dal “Clean Energy Council”:http://www.cleanenergycouncil.org.au/cec/home.html, un’associazione di settore composta da 440 aziende associate, che operano nel mondo delle energie pulite e dell’efficienza energetica.

Il rapporto mostra che la regione australiana Victoria, beneficerà di 9 miliardi di dollari (circa 6,5 miliardi di euro) per investimenti nelle energie rinnovabili a sostegno delle politiche intraprese dallo Stato. Tale investimento assicurerà, entro il 2016, 3GW di energia e la creazione di 650 nuovi posti di lavoro.

Tuttavia c’è una forte opposizione di una parte politica australiana, che vorrebbe tagliare circa il 60% degli impianti eolici previsti. In tal caso, secondo il rapporto di _Clean Energy Council_, ci sarebbe 200 posti di lavoro in meno oltre a una perdita in termini economici. “Non c’è alcun dubbio – secondo Matthew Warren, amministratore delegato di _Clean Energy Council_ – che, in caso si seguisse questo orientamento politico, ci sarebbe un danno per lo Stato”.

Tuttavia c’è una grandissima fetta della popolazione (93%), la quale desidera un aumento dell’energia ricavata da fonti rinnovabili. Le proteste dell’opposizione alle _wind farm_, continua Warren, non avrebbero un fondamento scientifico ma solo pretesti di natura agricola.