• Articolo , 12 novembre 2008
  • Austria: spunta il Sole sull’ex-centrale nucleare

  • Il vecchio impianto di Zwentendorf sarà convertito alla produzione di energia rinnovabile attraverso l’installazione di moduli fotovoltaici, per un totale di 3 MW

Dopo trenta anni di inattività, il sito nucleare austriaco di Zwentendorf (situato circa cinquanta chilometri a ovest di Vienna) è pronto a tornare in attività…producendo energia solare. Chiusa negli anni ’70 a seguito di un referendum popolare, in realtà la centrale non entrò mai in funzione, per poi essere completamente abbandonata quando nel ’99 gli austriaci inserirono nella Costituzione la rinuncia all’energia dell’atomo. La centrale (o perlomeno quello che ne resta dallo smantellamento) torna a far parlare ora che l’azienda di fornitura di elettrica ENV (Energie Versorgung Niederösterreich), dopo aver acquistato il sito nel 2005, si appresta a trasformarla in un impianto per la produzione d’energia fotovoltaica. Nei prossimi mesi la facciata di cemento, il tetto e parte dei 14 acri di terreno adiacente saranno, infatti, ricoperti di moduli per una produzione iniziale di 3MW. Si tratta di un quantitativo modesto, ma che permetterà di provvedere al fabbisogno di un migliaio di abitazioni e fornirà un ulteriore contributo all’obiettivo austriaco del passaggio dal 70% al 78% della quota di rinnovabili nel consumo elettrico, entro il 2010. Ed in una previsione a lungo termine ENV progetta anche di aggiungere in situ un impianto a biomasse che sfrutti gli scarti forestali prodotti dalla zona.