• Articolo , 27 settembre 2011
  • Auto elettriche: meglio se le batterie sono piccole

  • Uno studio condotto alla Carnegie Mellon University e pubblicato questa settimana negli Atti della National Academy of Sciences

(Rinnovabili.it) – Piccolo è meglio. Perlomeno se l’argomento in questione sono i sistemi di stoccaggio delle auto elettriche. Un assunto forse per molti scontato ma che si rafforza nello studio condotto alla Carnegie Mellon University e pubblicato questa settimana negli Atti della National Academy of Sciences. La relazione sostiene che le e-car con batterie più piccole siano più efficienti, indirettamente, anche nella riduzione dei costi sociali per l’assistenza sanitaria, i danni ambientali e il consumo di petrolio. “Le attuali politiche di governo forniscono maggiori sussidi ai veicoli con batterie più grandi, partendo dal presupposto che più grande è meglio è”, ha detto Michalek, professore associato di ingegneria presso la CMU. “Ma, se da un lato le batterie più grandi permettono ai veicoli plug-in di guidare su distanze più lunghe impiegando elettricità al posto della benzina, dall’altro sono anche costose e pesanti, e soprattutto sono sottoutilizzate quando la capacità maggiore del necessario per un viaggio quotidiano, necessitano di un numero superiore di infrastrutture di ricarica e producono più emissioni durante la produzione”.
“Dal momento che i veicoli con batterie più grandi sono più costosi, se ne possono sovvenzionare solo una certa quantità”, ha aggiunto Michalek, che recentemente ha ricevuto una borsa di 400.000 dollari dalla National Science Foundation (NSF) con il compito di analizzare come politica pubblica possa contribuire a determinare i tipi di veicoli costruiti nei prossimi anni e la risposta dei consumatori al mercato.