• Articolo , 26 novembre 2009
  • Auto nuove? Solo il 4% è ecologico

  • Dall’indagine condotta sulle vetture immatricolate negli ultimi sei mesi appare chiaro che la maggior parte delle automobili circolanti in Italia sono lontane dal contribuire allo sviluppo di una mobilità sostenibile

(Rinnovabili.it) – Il comparatore on-line di preventivi auto e moto, “Assicurazione.it”, ha condotto uno studio analizzando i dati delle vetture che sono state assicurate negli ultimi sei mesi e immatricolate sotto la categoria ‘dotate di doppia alimentazione’: solo il 4% risultato ecosostenibile.
Gli italiani sembrano non aver colto l’occasione offerta dal governo che da mesi sta mettendo a disposizione una serie di incentivi volti alla sostituzione delle vetture inquinanti con nuove ad alimentazione ‘green’.
Una delle principali cause del lento adattarsi alle politiche ambientali dei cittadini italiani sembra essere la scarsa rete di rifornimento per vetture alimentate a gpl o metano. L’indagine rileva, infatti, che il maggior numero di auto inquinanti è registrato proprio nelle regioni che non hanno una rete sufficiente numero di distributori di eco-carburanti tra cui svettano la Sardegna con nessun distributore di metano, il Friuli Venezia Giulia (1% di vetture non inquinanti in circolazione) e la Calabria (2%).
I dati sono più confortanti se si analizza la situazione di alcune regioni: in Emilia Romagna il 7% del parco circolante è rappresentato da vetture ad alimentazione ecosostenibile, nelle marche la percentuale è del 6,5% mentre in Piemonte e Veneto del 5%.
La distinzione sembra avere dei forti distinguo anche a seconda del sesso del conducente: dai dati emerge che le donne guidano prevalentemente veicoli a benzina (59,5% sul totale delle automobiliste) mentre gli uomini preferiscono il diesel con percentuali del 54%.