• Articolo , 1 luglio 2008
  • Auto: un’etichetta per capire quanto inquinano

  • Sensibilizzare gli automobilisti e i costruttori d’auto nei confronti dell’inquinamento semplicemente con un adesivo. Il Golden State contuina così la sua lotta alle emissioni di CO2

La California ha un approccio molto chiaro al problema dell’inquinamento automobilistico, fronteggiato con dei limiti ferrei alle emissioni che stanno già facendo scuola agli altri 17 stati federati. Se nel 2006 il Golden State aveva fatto notizia per aver intentato la prima “causa per danni ambientali” contro i sei più grandi marchi automobilistici nipponici e statunitensi, ora ritorna a far parlare di se in fatto di strumenti per il controllo dello smog. Sarà, infatti, obbligatorio apporre sul parabrezza di ogni vettura dai concessionari californiani un’etichetta che riporti i dati relativi all’inquinamento. L’adesivo, che dovrà essere ben visibile su tutte le auto in vendita, riporta due punteggi, su scala da uno a dieci: il primo è relativo alla quantità di emissioni prodotte dalla vettura durante il normale utilizzo ed il secondo riguarda le emissioni di CO2 totali, comprese quelle necessarie per produrre il carburante con cui opera la macchina. In tal modo diverebbe di percezione immediata anche la differenza in termini di inquinamento fra auto a gasolio ad esempio ed auto a biodiesel, oppure fra auto a benzina ed auto ad etanolo.