• Articolo , 2 marzo 2007
  • Auto: un italiano su due a scuola guida per consumare meno

  • Donne più sensibili all’ambiente e giovani maggiorrmente attenti al risparmio, ma non basta. Anche l’Italia quindi si adegua alle direttive europee in termini di Eco-drive, che porterebbe grandi vantaggi, come rivela un’indagine di Euromobility

Gli italiani tornerebbero a scuola guida per risparmiare ed inquinare meno. Lo dice un’indagine commissionata da Euromobility e realizzata da Doxa-Cnr. I risultati dell’indagine sono stati diffusi alla 7/a Conferenza nazionale sulla mobilità sostenibile, organizzata da Euromobility, in collaborazione con la Regione Emilia Romagna e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente. Le donne risultano le più sensibili mentre i giovani guardano al risparmio, il dato è che comunque l’80% degli intervistati dichiara di essere abbastanza interessato ad apprendere come inquinare meno. Uno studio di Euromobility, in collaborazione con l’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del Cnr, mostra le potenzialità di risparmio energetico e di CO2 attraverso l’introduzione di un progetto per guida ecologica anche in Italia. Lorenzo Bertuccio, Direttore scientifico di Euromobility ha spiegato. ”Secondo il nostro studio la riduzione delle emissioni di CO2, sarebbe di almeno 600 mila tonnellate annue, per un valore monetario superiore a 12 milioni di Euro. (fonte Ansa)