• Articolo , 30 luglio 2010
  • Bando INFEA 2010: 248mila per progetti di educazione ambientale e sviluppo sostenibile

  • In attuazione del Programma INFEA 2008/2010 approvato dalla Assemblea legislativa e che si completa quest’anno, la Giunta regionale ha approvato nei giorni scorsi il Bando per contributi ai Centri di Educazione all’Ambiente e alla sostenibilità. Il termine per la presentazione delle domande è fissato per il 5 ottobre 2010. “L’educazione alla sostenibilità è una componente […]

In attuazione del Programma INFEA 2008/2010 approvato dalla Assemblea legislativa e che si completa quest’anno, la Giunta regionale ha approvato nei giorni scorsi il Bando per contributi ai Centri di Educazione all’Ambiente e alla sostenibilità. Il termine per la presentazione delle domande è fissato per il 5 ottobre 2010.

“L’educazione alla sostenibilità è una componente molto importante di ogni politica pubblica – sottolinea l’assessore regionale all’Ambiente e qualità urbana Sabrina Freda – con questa iniziativa diamo continuità ad una esperienza più che decennale e apriamo la nuova stagione della Legge Regionale n. 27/2009 approvata a fine legislatura. Diamo in tal modo indirizzo e sostegno alle tante risorse che nei territori costruiscono ogni giorno concretamente consapevolezza, comportamenti e azioni per lo sviluppo sostenibile”.

I temi che il bando intende sviluppare attraverso gli strumenti educativi e partecipativi sono immediatamente collegati con le strategie e le priorità programmatiche della Regione Emilia-Romagna: dall’ambiente alla mobilità, dall’agricoltura alla salute. Una particolare enfasi è posta sulla collaborazione tra le strutture sul territorio e sull’integrazione e l’approccio interdisciplinare ai tematismi.

Il bando, che mette a disposizione complessivamente 248mila euro di contributi, è articolato su due linee progettuali:

Linea A – Laboratori INFEA per l’attuazione del Programma regionale 2008/2010
* le risorse dedicate ammontano a 179mila euro;
* l’importo massimo del cofinanziamento regionale è pari al 60% e per ogni progetto è pari a 24mila euro;
* 3 il numero minimo dei CEA accreditati che devono partecipare al progetto, di cui uno con ruolo di coordinatore-capofila;

Linea B – Progetti di consolidamento, potenziamento e integrazione di specifiche attività e servizi dei CEA
* le risorse dedicate ammontano a 105mila euro;
* l’importo massimo del cofinanziamento regionale è pari al 60% e per ogni progetto è pari a 15mila euro;
* 2 il numero minimo dei CEA accreditati che devono partecipare al progetto, di cui uno con ruolo di coordinatore-capofila.