• Articolo , 4 febbraio 2009
  • Bando per impianti energia da fonti alternative pervenute 600 domande

  • Circa 600 domande sono pervenute alla Provincia di Benevento in risposta al bando pubblico per realizzare impianti di produzione di energia da fonti alternative e riproducibili a servizio delle famiglie sannite. «Un vero successo», questo il commento dell’assessore provinciale delegato Gianvito Bello, che ha promosso l’operazione, mobilitando circa 2,5 milioni di Euro di risorse dal […]

Circa 600 domande sono pervenute alla Provincia di Benevento in risposta al bando pubblico per realizzare impianti di produzione di energia da fonti alternative e riproducibili a servizio delle famiglie sannite. «Un vero successo», questo il commento dell’assessore provinciale delegato Gianvito Bello, che ha promosso l’operazione, mobilitando circa 2,5 milioni di Euro di risorse dal Bilancio della Provincia, maturate risparmiando su vari progetti, e non escludendo di poterne reperire altre per circa 500mila euro.
«Non credo di esagerare, ha proseguito l’assessore Bello, nel commentare in questi termini il numero di domande pervenute: siamo di fronte, infatti, alla dimostrazione incontrovertibile di una crescita tumultuosa nella pubblica opinione della sensibilità sul risparmio energetico e sulla produzione energetica da fonti alternative a quelle combustibili per contribuire tutti ad un ambiente più sano e ad uno sviluppo ecosostenibile».
Secondo l’assessore, l’interesse delle Famiglie sannite per l’installazione di impianti di produzione di energia dalle proprie abitazioni è frutto anche di una attenta campagna di informazione che il suo assessorato ha promosso in questi mesi. Una riprova, sempre secondo Gianvito Bello, la si ritrova nella attività di programmazione e di pianificazione che l’assessorato sta curando con le Amministrazioni comunali del Sannio e che ha già portato alla convocazione di tre Conferenze di servizio con l’Assemblea dei sindaci. «E’ in dirittura d’arrivo, ha spiegato Bello, la fase di istruttoria dei contratti di programmazione per le progettualità su iniziative di produzione di energia da fonti alternative, a cominciare dal fotovoltaico. Inoltre, il prossimo 16 febbraio – ha proseguito Bello – sarà formalmente conclusa anche la costituzione del Coordinamento tra tutte le Province meridionali per l’accesso ai programmi comunitari sovraregionali detti POIN, nell’ambito dei quali la Provincia sannita potrà giocare un ruolo di primaria importanza in una almeno delle Commissioni d’intervento nelle quattro materie che vedono riunite tutti gli enti locali meridionali. Da notare infine che entro il 31 marzo – ha detto ancora Bello – avremo a disposizione l’aggiornamento del Piano energetico ambientale aggiornato. In sostanza – ha concluso l’assessore -, ci aspettiamo già da questo 2009 di avviare numerose attività sul territorio sannita per la produzione di energia da fonti alternative. Non solo andranno in funzione gli impianti di molte Famiglie, ma potremo avere sistemi di produzione dell’energia quali il “Tempio del Sole” di Circello, nonché altri impianti fino ad un megawatt».