• Articolo , 16 gennaio 2008
  • Barroso: è il momento di “uno sforzo equlibrato”

  • Il presidente dell’esecutivo Ue parla di “minimizzare i costi per le imprese”, ma la priorità, sottolinea, deve rimanere l’ambiente

Uno “sforzo equilibrato” è ciò che sarà richiesto dal pacchetto sull’energia e la lotta ai cambiamenti climatici ai ventisette Stati membri dell’Ue. La Commissione europea presenterà le proposte sulla riduzione delle emissioni di CO2 e la promozione delle rinnovabili mercoledì prossimo, con la promessa di provare a “minimizzare i costi per le imprese”. Tuttavia, come ha spiegato Josè Manuel Barroso, presidente dell’esecutivo Ue, la priorità della Commissione sarà di continuare a “guidare la lotta ai cambiamenti climatici”. In occasione del dibattito sull’inizio della presidenza di turno slovena dell’Unione al Parlamento europeo di Strasburgo, Barroso ha sostenuto che è “un errore” mettere in conflitto la lotta ai cambiamenti climatici con la competitività delle imprese. Evidenziando la necessità di “dover lavorare duramente per far approvare il pacchetto entro la fine del 2008”, il presidente della Commissione si é compiaciuto del fatto che l’energia e il clima saranno argomenti prioritari, sia per la presidenza slovena che per quella francese, che guiderà l’Ue nel secondo semestre dell’anno. (fonte Apcom)