• Articolo , 31 ottobre 2008
  • Barroso: investire in efficienza e tecnologie Low carbon

  • Il presidente della Commissione Europea rinnova il suo appello al Governo italiano affinchè approvi al più presto il pacchetto UE

“Continuare ad investire nelle tecnologie a basse emissioni di carbonio e nelle misure di efficienza energetica non rappresenta affatto un onere o un costo supplementare”. Questo il monito che il presidente della Commissione Europea, Jose Manuel Barroso, ha lanciato nel corso del suo intervento all’inaugurazione della nuova sede dell’Università Bocconi di Milano, parlando della crisi finanziaria e delle misure da attuare per arginarla. Per Barroso puntare sulle tecnologie a basso impatto ambientale rappresenta al contrario “un sostegno alla nostra competitività, alla nostra sicurezza energetica e al nostro programma sui cambiamenti climatici”. Nel discorso il presidente della CE ha espresso anche il suo pieno accordo agli aiuti di Stato alle industrie in difficoltà, ma rispettando “gli orientamenti che dirigono questi aiuti verso il sostegno dell’ambiente, la ricerca e lo sviluppo”. E’ giusto sostenere “le industrie chiave come quella automobilistica, ma aiutiamole a prepararsi al futuro mercato delle auto pulite. Aiutiamo l’industria edilizia – ha concluso Barroso – promuovendo alloggi efficienti sotto il profilo energetico”. E al margine dell’inaugurazione torna nuovamente a difendere il pacchetto clima con l’auspicio che “ci sia l’unanimità e che l’Italia approvi il pacchetto”. Di fronte alle trattative, infatti, Barroso si mostra ottimista, convinto che l’accordo sarà trovato secondo i tempi previsti: “Sono sicuro – ha spiegato – che potremmo trovare un buon compromesso entro dicembre”.