• Articolo , 26 novembre 2008
  • Barroso: UE ed USA alleati nella sfida climatica

  • Il presidente della commissione europea ribadisce la sua convinzione secondo la quale la crisi spingerà verso un progresso in campo climatico e ambientale

Con la ferma convinzione che nessuno dei 27 stati membri possa uscire solo dalla crisi, il presidente della Commissione Jose Manuel Durao Barroso, torna a parlare di mutamenti climatici e sicurezza energetica dal palco della Conferenza Jean Monnet, tenutasi ieri a Bruxelles, e lo fa allargando il discorso anche alle nuove politiche statunitensi. Ribadendo quello che è divenuto il leitmotiv di quanti confidano che la crisi possa divenire sprone e strumento nei confronti della sfida ambientale, l’ex premier portoghese ha rivelato: “Non credo di rompere un segreto se dico che nella nostra prima conversazione telefonica alcuni giorni fa, il Presidente eletto Obama, mi ha detto che in testa alle sue priorità nella collaborazione con l’UE e con la Commissione Europea, ci saranno precisamente i mutamenti climatici e la sicurezza energetica”. In questo contesto è fondamentale che le misure europee anti crisi che saranno varate aderiscano agli obiettivi ambientali del 2020 proposti in sede UE. “Raggiungerli – ha aveva spiegato solo qualche giorno fa – è il migliore investimento che possiamo fare per la nostra prosperità futura”.