• Articolo , 3 dicembre 2010
  • Battesimo atteso per la prima rete elettrica off-shore del Mare del Nord

  • I ministri di Regno Unito, Irlanda, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia hanno firmato oggi un Memorandum d’Intesa per dare il via libera alla costituzione della prima grande rete elettrica “off-shore” del Mare del Nord

(Rinnovabili.it) – Un battesimo molto atteso quello della prima rete di produzione di energia elettrica da impianti eolici off-shore nel Mare del Nord, avvenuto stamane a Bruxelles grazie alla firma di dieci ministri delle nazioni che sia affacciano sulle coste del North Sea. I rappresentati dei governi europei hanno infatti siglato oggi l’importante Memorandun d’Intesa per sviluppare la “rete elettrica off-shore” considerata come uno dei più attesi e promettenti passi in avanti verso la realizzazione di un mercato unico europeo per l’energia elettrica. La firma dei rappresentanti di Regno Unito, Irlanda, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia è arrivata a meno di due mesi dall’incontro che aveva sancito lo scorso ottobre “l’avvio del tavolo di discussione”:http://www.rinnovabili.it/ewea-accordo-per-sviluppo-impianti-eolici-off-shore-nel-mare-del-nord595817 organizzato a Ostend, al fine di rafforzare la rete di cooperazione delle nazioni impegnate nella produzione di energia da impianti eolici off-shore nel Mare del Nord. Un impegno che sarà anche un punto di partenza per abbattere le barriere economiche e burocratiche che ancora impediscono un libero scambio dell’energia elettrica tra i singoli Stati Membri.
I rappresentanti dei governi dell’UE hanno infatti stabilito un programma di cooperazione, con l’obiettivo di individuare ed eliminare gli ostacoli agli scambi transfrontalieri di energia elettrica e decidendo di semplificare le procedure amministrative, oggi molto lunghe e complesse, che ostacolano la pianificazione e la costruzione di una rete transnazionale offshore. “La Commissione Europea ha sottolineato come i circa 140 GW di capacità di produzione di energia elettrica da impianti eolici off-shore siano attualmente in programma. Per noi – ha commentato oggi Christian Kjaer, direttore Generale della European Wind Energy Association (EWEA) – il Memorandum siglato oggi è un passo indispensabile per creare una rete offshore di energia elettrica, una rete che sarà fondamentale per lo sviluppo di un mercato unico europeo e che consentirà ai parchi eolici fuori costa di allacciarsi direttamente a quella rete”.