• Articolo , 3 settembre 2010
  • BEI: 75 milioni al waste-to-energy di Lahti

  • La Banca Europea per gli Investimenti ha aderito con 75 milioni di euro al progetto finlandese per la relizzazione di una centrale che, smaltendo i rifiuti urbani, produrrà calore ed elettricità

(Rinnovabili.it) – Il ministro degli Affari Economici in Finlandia, Mauri Pekkarinen, ha lanciato il progetto che punta alla realizzazione di un impianto per lo sfruttamento del calore e dell’energia generato dalla combustine dei rifiuti urbani, da localizzare nella città di Lahti, in Finlandia. Il prestito maggiore sarà elargito dalla BEI che metterà a disposizione 75 milioni di euro per permettere la realizzazione della centrale che, con una capacità di 250mila tonnellate di rifiuti all’anno, sarà utile per lo sviluppo di una potenza di 90 MW termici e 50 MW elettrici. In questo modo il progetto andrà a sostituire parzialmente gli impianti a carbone provvedendo alla riduzione in termini di volume della discarica della regione.
Accanto al prestito della Banca Europea per gli Investimenti la Nordic Investment Bank ha deciso di collaborare al progetto. “Per molto tempo la Finlandia è stato è uno dei leader mondiali nella generazione combinata di calore ed elettricità. Accogliamo con favore l’opportunità di partecipare a questo progetto così promettente a Lahti, situata in una delle zone più dinamiche dell’intera regione”, ha dichiarato Eva Srejber vice presidente della BEI.