• Articolo , 1 giugno 2009
  • Benedetti: investimento sulle energie rinnovabili e rilancio dell’agricoltura

  • Le proposte del candidato sindaco Daniele Benedetti al centro dell’incontro con Rifondazione Comunista Agevolazioni per l’utilizzo di energie rinnovabili, rilancio dell’agricoltura, destinazione di aree del territorio per lo sviluppo del fotovoltaico. Nell’incontro tenutosi sabato nella sala riunioni di Palazzo Collicola con i rappresentanti del Partito della Rifondazione Comunista, il candidato sindaco Daniele Benedetti ha affrontato […]

Le proposte del candidato sindaco Daniele Benedetti al centro dell’incontro con Rifondazione Comunista
Agevolazioni per l’utilizzo di energie rinnovabili, rilancio dell’agricoltura, destinazione di aree del territorio per lo sviluppo del fotovoltaico.
Nell’incontro tenutosi sabato nella sala riunioni di Palazzo Collicola con i rappresentanti del Partito della Rifondazione Comunista, il candidato sindaco Daniele Benedetti ha affrontato i punti del programma relativi alle questioni energetiche, alla salvaguardia dell’ambiente e alla possibilità di incentivare la nascita di imprese agricole.
“Come ho già sottolineato in altri incontri stiamo lavorando, in piena sintonia con quanto previsto nel programma della coalizione di centro sinistra, ad un progetto che recuperi completamente l’area di Poreta al fine di sistemare in 15 dei 30 ettari complessivi pannelli fotovoltaici per produrre energia a basso costo utilizzabile da tutti i cittadini. Crediamo sia indispensabile progettare e lavorare su questo fronte sia per creare nuovi opportunità di lavoro, sia per salvaguardare l’ambiente”.
“In questo quadro – ha continuato Benedetti – stiamo anche lavorando per creare le condizioni migliori affinché, anche il settore dell’agricoltura, possa rappresentare un ulteriore volano per lo sviluppo della città. La nostra proposta è di affidare a cooperative create ad hoc o ad imprese giovanili i terreni di maggior pregio del territorio in modo tale che sia possibile rilanciare il sistema della produzione agricola”.