• Articolo , 27 maggio 2011
  • Benzina E10, per i guidatori europei nessun problema

  • Le auto alimentate a bietanolo non consumano più carburante rispetto alle auto che usano benzina a 98 ottani

(Rinnovabili.it) – Confutata l’idea largamente diffusa che le automobili alimentate a benzina E10, la miscela contenente il 10% di bioetanolo, consumino di più di quelle che si affidano al carburante da 98 ottani. La convinzione generale infatti è che i consumi di un veicolo rifornito a E10 siano leggermente più alti in virtù del fatto che il biocarburante possiede un valore energetico più basso (circa il 2%) della benzina, spingendo di conseguenza gli automobilisti a preferire la seconda anche in caso di spesa maggiorata al distributore. A ribaltare la comune credenza è stato il *Centro di Ricerca Tecnica finlandese* (VTT) testando sei auto su un percorso predefinito con entrambe le varietà di carburante, acquistate ad una normale pompa di sevizio, e comparando i dati risultanti.
“La convinzione più diffusa in merito alla densità di energia delle varietà E10 e 98 è falsa”, spiega il ricercatore del VTT Juhani Laurikko. “In realtà la differenza è inferiore all’uno per cento, ossia circa 0,8 per cento a favore della benzina a 98 ottani”. L’esiguità della differenza si spiega con il fatto che oltre al contenuto di etanolo sono presenti anche altre differenze tra le due varietà di miscele. Le benzine da 98 ottani o superiori spesso vengono integrate con altri agenti in grado di mantenere pulite le parti interne del motore evitando la formazione di depositi carboniosi che possono influire negativamente su prestazioni e consumi e che riducono seppure minimamente il contenuto energetico.