• Articolo , 20 giugno 2007
  • Beppe Grillo promette sciopero fiscale a favore delle rinnovabili

  • Il comico genovese, attivo nella sensibilizzazione sui grandi temi sociali e ambientali, è impegnato anche in una battaglia affinchè le fonti rinnovabili abbiano il giusto rilievo nei finanziamenti statali

A Savona, durante uno dei suoi spettacoli, il comico genovese ha minacciato di organizzare uno sciopero fiscale a favore delle rinnovabili che ancora attendono, dopo anni di promesse, un sostanzioso finanziamento finora indirizzato ad altri tipi di fonti. Da sempre attento ai problemi ambientali il comico ha poi spiegato: “Una legge del ’92 ha stabilito che il 7% delle bollette energetiche dovesse andare alle rinnovabili: sole, vento e acqua. Ma un attimo prima di presentarla qualcuno ha aggiunto una sola parola, e ha cambiato la legge. Con l’aggiunta della parola ‘assimilate’ hanno depistato 37 miliardi di euro, che dal ’92 sono stati dati ai petrolieri, ai raffinatori, alle centrali a carbone, alle biomasse”. Di fronte alle oltre 10.000 persone che stavano assistendo allo spettacolo ha infine dichiarato: “Stiamo finanziando i tumori dei nostri figli e dei nostri nipoti. Non glielo dobbiamo permettere, se non ci arriveremo con la legge, io insieme con il mio blog, cominceremo a fare lo sciopero fiscale. Tu ti prendi il 7% e lo dai ai petrolieri? Io mi tolgo il 7% dalla bolletta, finche’ questo 7% non viene dato alle rinnovabili”. (fonte Il Secolo XIX web, Quotidiano Nazionale.net)