• Articolo , 28 maggio 2008
  • Bike-sharing a fine giugno

  • di Ovidio Diamanti Parte il bike-sharing a Milano. Anche se con sei mesi di ritardo rispetto ai tempi previsti. La statunitense Clear Channel, un colosso nel campo della comunicazione e pubblicità, si è aggiudicato il servizio di gestione del bike-sharing milanese. L’azienda americana gestisce già i servizi di “condivisione della bici” a San Francisco, Oslo, […]

di Ovidio Diamanti
Parte il bike-sharing a Milano. Anche se con sei mesi di ritardo rispetto ai tempi previsti. La statunitense Clear Channel, un colosso nel campo della comunicazione e pubblicità, si è aggiudicato il servizio di gestione del bike-sharing milanese. L’azienda americana gestisce già i servizi di “condivisione della bici” a San Francisco, Oslo, Stoccolma, Washington. Il noleggio delle bici avrebbe dovuto partire a gennaio in coincidenza con l’Ecopass. Ma la gara d’appalto è andata deserta e così Palazzo Marino ha dovuto ricorrere alla trattativa privata, che si è aggiudicata appunto il servizio. Le bici però saranno meno di quelle previste inizialmente, 3000 anziché 5000, e anche le rastrelliere in città scenderanno a 200 rispetto alle 250 ipotizzate all’inizio. Le bici di Milano a quanto pare ricorderanno quelle di Barcellona, con un colore però tendente all’arancio così da essere conforme ai mezzi pubblici milanesi.