• Articolo , 28 maggio 2007
  • Biocarburanti in pole position!

  • Parte proprio dal presidente della FIA una proposta per l’utilizzo di biocombustibili in Formula 1. Soddisfazione espressa da Coldiretti che indica come obiettivo prioritario quello di “ricavare il meglio da un motore con un volume di carburante minimo”

La Coldiretti considera di buon auspicio le dichiarazioni rilasciate, in occasione del gran premio cittadino di Monaco, dal presidente della FIA Max Mosley al giornale tedesco “Die Welt”, nel quale ha annunciato che proporrà ai costruttori una “svolta ecologica” per attirare l’attenzione del mondo automobilistico sui problemi ambientali. “È positivo l’impegno a sostituire nella Formula 1 il normale combustibile con biocarburante ottenuto dalle coltivazioni agricole per ridurre i consumi energetici, le emissioni di gas ad effetto serra e contrastare i cambiamente climatici” – sottolinea Coldiretti – “si tratta di un obiettivo importante perché le innovazioni introdotte nelle corse anticipano spesso applicazioni nella normale circolazione automobilistica, come ha riconosciuto lo stesso Mosley secondo il quale l’obiettivo adesso diventa quello di costruire motori che consumino e inquinino meno. Le grosse squadre adesso smaltiscono tonnellate di anidride carbonica nei test e nella galleria del vento, per giorni e giorni, e 24 ore su 24 per vetture che consumano 75 litri di carburante per fare 100 km, quando la questione non è più la potenza che un motore deve avere, ma quali siano i bisogni energetici. In futuro bisognerà ricavare il meglio da un motore con un volume di carburante minimo”. (fonte PrimaPress.it)