• Articolo , 23 febbraio 2009
  • Bioedilizia al servizio delle aree povere degli USA

  • Case ecologiche e popolari negli USA. Si diffonde la bioedilizia popolare statunitense a favore dei meno abbienti perseguendo criteri di efficienza energetica e sostenibilità ambientale

La bioedilizia si fa strada negli Stati Uniti e investe l’ulteriore ruolo sociale andando a riqualificare le aree depresse degli statunitensi come il sud del Bronx e a New York. Si tratta di case eco-popolari mirate sia al nobile scopo di aiutare le persone meno abbienti dando loro un tetto sotto il quale vivere, che all’altrettanto nobile obiettivo di salvaguardare l’ambiente abbattendo in tale modo le emissioni di CO2. Supportato da un incremento di finanziamenti dedicati ad opere di efficientamento energetico, la casa a basso impatto ambientale rientra fra le opportunità di riscattare gli errori del passato nei confronti del Pianeta. Si tratta, in ogni caso, di una pratica ormai ampiamente diffusa sul territorio statunitense; nella stessa New York sono state aperte 128 unità all’interno di una struttura è stata progettata e concepita in base a criteri di massima sostenibilità ambientale ed efficienza energetica da un ente no-profit, a Miami sono in costruzione 145 appartamenti costituiti da una parete modulare ecologica e saranno certificate Leed, Leadership in Energy and Environmental Design, mentre a Chicago il progetto ‘Homes’ offre alloggi verdi a prezzi accessibili e destinati prima di tutto, a conclusione dei lavori, agli anziani. A favore della condizione sociale degli utenti delle future abitazioni va anche il risparmio energetico garantito da tutte queste abitazioni del 30% mediante l’utilizzo di elettrodomestici a basso consumo, illuminazione fluorescente ed attraverso un’adeguata coibentazione dell’edificio. Tuttavia, non si tratta solo di interventi strettamente legati all’aspetto puramente energetico, ma anche di soluzioni volte migliorare la “livability” delle comunità, a suscitare, quindi, nuovo interesse e ad impattare positivamente sulla vita quotidiana degli abitanti; è questo il caso del giardino pensile pensato per Intervale, nel Bronx, per portare il verde nel vissuto delle persone creando le condizioni per una migliore vita per la stessa comunità. Su tutto il territorio nazionale l’ente no-profit Enterprise Communities Partners ha permesso la realizzazione di più di 320 alloggi ecologici caratterizzati anche dalla economicità da Portland a Jacksonville.