• Articolo , 13 luglio 2011
  • Bioedilizia: la Toscana approva le linee guida del bando da 13 mln

  • La giunta regionale vota la delibera e si prepara ad emanare la misura questo autunno. Tre le linee di intervento: autocostruzione, co-housing e alloggi temporanei

(Rinnovabili.it) – Integrare la sostenibilità ambientale a quella economica e sociale proponendo nuovi modi dell’abitare, del costruire e del recuperare: così la Toscana spiana la strada al green building. La giunta regionale ha approvato ieri pomeriggio la delibera che definisce le linee guida del bando da 13 milioni di euro, nuova misura sperimentale in tema bioarchitettura e bioedilizia. I fondi che verranno sbloccati con l’emanazione il prossimo autunno, serviranno a finanziare interventi pilota sulle specifiche tipologie abitative – autocostruzione, co-housing e alloggi temporanei – seguendo i canoni dell’architettura sostenibile e della compatibilità ambientale.
L’iniziativa, che rientra nel piano straordinario per l’edilizia sociale da 143 milioni, individua tre specifiche linee di intervento mirate però ad un unico obiettivo: alleggerire almeno in parte l’attuale emergenza abitativa. Il 50% del budget sarà destinato a secondo ad interventi di co-housing, mentre l’altra metà sarà divisa in parti uguali tra la costruzione di alloggi di rotazione, destinati cioè a persone o famiglie che si trovano in una condizione temporanea di disagio abitativo e interventi sperimentali di autocostruzione o auto recupero. Destinatari del bando, i Comuni, pure in forma associata, che potranno rispondere anche presentando proposte provenienti da cooperative edilizie nel caso di co-housing o da associazioni e altri organismi senza scopo di lucro nel caso di interventi sperimentali di autocostruzione.