• Articolo , 22 gennaio 2010
  • ‘Bioenergy Expo’, Verona dà spazio alle biomasse

  • In occasione di Fieragricola 2010 si svolgerà Bioenergy Expo, il salone delle energie rinnovabili nato per offrire nuove opportunità e per informare in merito alla produzione di energia da fonti agricole

(Rinnovabili.it) – In occasione di Fieragricola 2010, in programma a Verona dal 4 al 7 febbraio, si svolgerà il “Bioenergy Expo”:http://www.bioenergyweb.it/index.asp, il salone delle energie rinnovabili nato per presentare agli addetti ai lavori le opportunità circa la produzione di energia utilizzando fonti agricole.
La manifestazione, nata nel 2006, ogni anno riscontra maggiore successo offrendo ai visitatori un’ampia area dimostrativa, visite guidate e workshop.
Durante la seconda giornata, l’evento verterà sulla valorizzazione della terza fase di “EUBIONET III”:http://www.eubionet.net/, progetto incentrato sullo sfruttamento delle biomasse legnose per la produzione di energia da fonte pulita. “Ci sono enormi potenzialità in Italia per la filiera energetica da biomasse legnose. Bisogna in parallelo promuovere anche la gestione dei boschi e migliorare le infrastrutture forestali, spesso inesistenti”, ha dichiarato l’Ing. Leonardo Nibbi dell’Università di Firenze aggiungendo che il panorama delle biomasse in Italia risulta essere indietro rispetto alle potenzialità. Un’eccezione è costituita dal Trentino Alto Adige, che sembra aver capito l’importanza di tale risorsa dotando la regione delle necessarie infrastrutture forestali.
Il progetto EUBIONET coinvolge numerosi partner istituzionali e accademici appartenenti a 18 Paesi europei coordinati dalla Finlandia, intenzionati a diffondere ed incrementare il commercio internazionale della biomassa a fine energetici.
Le opportunità, secondo Leonardo Nibbi, sono concrete: “La parte forse più ardua – ha ammesso – è quella di convincere gli imprenditori agricoli ad intraprendere con consapevolezza la strada delle agro-energie, che davvero presenta potenzialità molto vaste”.
La manifestazione sarà, per i 19 partner del progetto sulle biomasse, l’occasione per comprendere le migliori strategie da adottare per la valorizzazione e la crescita del settore e del commercio internazionale di biocombustibili derivanti dalle biomasse al fine di accrescere l’economia nel totale rispetto dell’ambiente.