• Articolo , 28 gennaio 2010
  • Biofuel, la percentuale aumenterà del 3,5% nel 2010

  • Scajola propone che la quota minima di biocarburanti da miscelare a benzina e gasolio cresca dal 3,5% del 2010, fino ad arrivare al 4,5% nel 2012

(Rinnovabili.it) – Con l’appoggio del ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, del ministro alle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Luca Zaja e del ministro Giulio Tremonti (Economia e Finanze), Claudio Scajola (ministro dello Sviluppo Economico) ha firmato il decreto che punta all’incremento della percentuale “bio” nei carburanti utilizzati per il trasporto. “L’aumento progressivo della quota di biocarburanti”, ha detto il ministro Scajola “consente da subito una riduzione sia della dipendenza dal petrolio che delle emissioni di CO2. Due obiettivi strategici per la politica energetica del Governo, che consentono l’allineamento dell’Italia alle misure adottate dagli altri Paesi europei”.
La proposta, attualmente in fase di accettazione da parte della Corte dei Conti, entrerà in vigore nel momento in cui sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale proponendo che “la quota minima di biocarburanti da miscelare nella benzina e nel gasolio sia pari, per il 2010, al 3,5%, per il 2011 al 4% e per il 2012 al 4,5%.”