• Articolo , 2 marzo 2011
  • Biomassa, la Spagna pronta a definire gli standard di sostenibilità

  • Definendo gli standard di sostenibilità e di qualità dei diversi tipi di biomassa solida si riuscirà a garantire al consumatore finale la sicurezza di un acquisto green

(Rinnovabili.it) – Le caldaie alimentate a biomassa possono sfruttare materiali di diversa origine, dal cippato al pellet. Per questo un’associazione spagnola che si occupa della valorizzazione energetica della biomassa, *Avebiom* (Asociación Española de Valorización Energética de la Biomasa) sta cercando di stabilire i parametri di qualità della biomassa al fine di stimolare il consumatore infondendo maggiore sicurezza e coinvolgendo anche il Centro di Sviluppo delle Energie Rinnovabili del Ciemat (Centro de Investigaciones Energéticas, Medioambientales y Tecnológicas) situato a Lubia (Soria). Il progetto, denominato _Meccanismi di valorizzazione e sostenibilità del mercato della biomassa solida nell’area Sudoe_ riassunto nell’acronimo *Biomasud* ha a disposizione un budget di quasi 100mila euro, di cui 730 mila provenienti dal fondo Europeo di sviluppo regionale (FERS).
L’iniziativa andrà ad impattare sui fattori chiave come la qualità e la sostenibilità dell’uso della biomassa solida, principalmente pellet e cippato. “Una delle principali novità di quest’opera sarà la creazione dei parametri di sostenibilità della biomassa e la sua tracciabilità, in modo da dare fiducia al consumatore finale”, ha dichiarato Luis Saul Esteban, responsabile del progetto che andrà ad aggiungere ai dati anche una mappa descrittiva, supportata da Google Maps, per evidenziare la posizione degli impianti che attualmente sfruttano biomassa in Spagna.
Nella prima fase il progetto analizzerà i fattori chiave della qualità e la definizione dei parametri per poi stabilire il grado di sostenibilità dell’utilizzo della biomassa solida, principalmente pellet e cippato mentre in una seconda fase verranno proposte azioni concrete volte a rassicurare il consumatore e offrendo soluzioni ad hoc che terranno conto delle esigenze dei diversi casi.
Per Javier Diaz, Presidente di Avebiom, “Biomasud segnerà un prima e un poi nello sviluppo della biomassa solida in Spagna perché va a rassicurare consumatore finale che acquista pellet”.