• Articolo , 4 maggio 2010
  • Biomasse: trucioli in viaggio dalla Catalogna alla Sardegna

  • Abbattuti da una forte nevicata gli alberi che formavano un bosco di 120.000 ettari in Catalogna verranno impiegati per la produzione di energia presso la centrale Enel di Portovesme

(Rinnovabili.it) – Una montagna di trucioli nei pressi del molo di Palamos sta aspettando di essere caricata e trasportata in Italia dove verranno trasformati in energia nella centrale a biomasse che l’Enel possiede in Sardegna, in località Portovesme.
I resti appartengono a quella che fino all’8 marzo scorso era un’area boschiva ma che a seguito di una violenta tempesta di neve si è risvegliata distrutta. Ben 120mila ettari devastati e 220mila persone rimaste al buio a seguito di un lungo blackout.
La collaborazione con l’Italia esisteva già prima di questo episodio grazie al quale l’esportazione di scarti del legname verso il nostro paese è stimato passerà da 25mila a 70mila tonnellate annue, come ha riferito Miquel Soliva, responsabile delle esportazioni di legname dell’omonima ditta.
L’impresa Forestal Soliva, unica in Catalogna e tra le poche in tutta la Spagna a dedicarsi all’esportazione del legno destinato ad essere utilizzato come combustibile per centrali alimentate a biomassa, ha deciso di commerciare con l’Italia visto che in tutta la regione non esiste una centrale energetica a biomassee che possa utilizzare la risorsa riducendo le necessità di esportazione.