• Articolo , 8 giugno 2009
  • BioSolar Lab, la fotosintesi artificiale per produrre idrogeno

  • Il Piemonte punta sulla fotosintesi artificiale come mezzo per produrre in futuro carburante pulito in sostituzione del petrolio: la luce del sole sarà usata per scindere l’acqua in idrogeno e ossigeno, proprio come fanno le piante. La ricerca verrà sviluppata da un nuovo laboratorio del Politecnico di Torino, inaugurato il 4 giugno ad Alessandria, che […]

Il Piemonte punta sulla fotosintesi artificiale come mezzo per produrre in futuro carburante pulito in sostituzione del petrolio: la luce del sole sarà usata per scindere l’acqua in idrogeno e ossigeno, proprio come fanno le piante.
La ricerca verrà sviluppata da un nuovo laboratorio del Politecnico di Torino, inaugurato il 4 giugno ad Alessandria, che la Regione ha finanziato con 450mila euro. Riuscire nell’impresa, nella quale si stanno cimentando i più avanzati centri di ricerca del mondo, significherebbe rivoluzionare il settore delle energie rinnovabili rendendo l’idrogeno meno costoso e più facile da produrre.

Il nuovo centro, battezzato Biosolar Lab, sarà diretto per i prossimi tre anni da James Barber, biochimico di fama mondiale dell’Imperial College di Londra. In collaborazione con Chemtex, Imperial College, e Massachusetts Institute of Technology, il laboratorio piemontese studierà come realizzare la foglia artificiale, ma anche come produrre bioetanolo da scarti agricoli, biocombustibile da alghe, e idrogeno da microrganismi.

All’inaugurazione è intervenuto l’assessore regionale alla Ricerca, che ha evidenziato che il Piemonte è la Regione che in Europa ha destinato la quota maggiore di risorse per la ricerca sulle energie rinnovabili. Fino al 2013 ha programmato investimenti di oltre 300 milioni per finanziare progetti con un forte potenziale di ricaduta sul territorio e per far dialogare le grandi realtà imprenditoriali con quelle della ricerca accademica.