• Articolo , 19 luglio 2007
  • Bistecca incriminata: responsabile di favorire emissioni di CO2

  • Sulla rivista New Scientist verrà presentato uno studio condotto dal National Institute of Livestock Glassland Science di Tsukuba, dove si esegue una valutazione ambientale del ciclo di produzione della carne

Secondo quanto analizzato dai ricercatori giapponesi, un chilo di bistecca produce una quantità di gas serra maggiore di quella prodotta guidando un fuoristrada per una durata di almeno tre ore. La notizia ha suscitato notevole scalpore, dal momento che potrebbe influenzare le abitudini alimentari degli ecologisti carnivori più convinti. Lo studio scientifico ha analizzato tutto il ciclo di produzione, dall’allevamento del bestiame con i metodi tradizionali alla macellazione, fino alla distribuzione sul mercato a beneficio del consumatore finale. Il risultato è che un chilo di carne immette nell’atmosfera l’equivalente di 36,4 chili di anidride carbonica, inoltre vanno conteggiate le emissioni di metano che il bestiame emette a seguito del processo digestivo e infine il dispendio di energia per produrre e trasportare il mangime necessario a nutrire gli allevamenti. (fonte casaenergia.tv)