• Articolo , 3 settembre 2009
  • Blue Chrystal, l’edificio di ghiaccio che si raffredda col sole

  • A Dubai nasce la prima struttura in ghiaccio alimentata da moduli fotovoltaici su iniziativa dei costruttori tedeschi Frank e Sven Sauer

(Rinnovabili.it) – Parlare di alberghi lussuosi a Dubai è oramai un luogo comune, specie se si considerano i passi da gigante che gli Emirati Arabi hanno fatto negli ultimi venti anni sia dal punto di vista della costruzione che delle tecnologie all’avanguardia utilizzate.
Ma se una di queste strutture fosse interamente fatta di ghiaccio in un paese dove poi le temperature possono anche raggiungere i 50 gradi centigradi? Di certo la cosa non può passare inosservata.
La Germania si sa, investe in energie alternative da tempo specie nel settore del fotovoltaico e può vantarsi di ricoprire uno dei primi posti a livello europeo; in questo senso i tedeschi Frank e Sven Sauer hanno pensato di realizzare nello stato arabo una struttura interamente ricavata nel ghiaccio che prende il nome di Blue Chrystal .
All’interno dell’edificio verrà collocato un proficuo sistema di recupero di energia a moduli fotovoltaici, integrati nella struttura, che non graverà in alcun modo sull’ambiente e provvederà a dare refrigerio alla costruzione e ad allontanare il caldo torrido di quei luoghi senza ricorrere si spera, almeno per una volta, all’uso di condizionatori.