• Articolo , 11 gennaio 2008
  • Boe marine anti inquinamento

  • L’ecosistema della barriera corallina è continuamente sotto la minaccia dei comportamenti umani e dei cambiamenti climatici. Per proteggerla da danni irreparabili, i ricercatori del Politecnico di Milano, insieme alla University of Queensland di Brisbane hanno messo a punto un sistema basato sulle onde radio inviate in una serie di sofisticatissime boe del diametro di 20-30 […]

L’ecosistema della barriera corallina è continuamente sotto la minaccia dei comportamenti umani e dei cambiamenti climatici. Per proteggerla da danni irreparabili, i ricercatori del Politecnico di Milano, insieme alla University of Queensland di Brisbane hanno messo a punto un sistema basato sulle onde radio inviate in una serie di sofisticatissime boe del diametro di 20-30 cm e dello spessore di 15 cm a basso consumo energetico, utilizzano piccoli pannelli solari per l’accumulo dell’energia in batterie ricaricabili o supercondensatori, risolvendo i problemi di approvvigionamento energetico. Attraverso una rete wireless, trasmettono ad una stazione base dati relativi all’ambiente marino (temperatura, salinità e luminosità) con la possibilità di aggiungere anche dei sensori per il monitoraggio del grado d’inquinamento ambientale e chimico. Dopo i primi test sul lago di Como, i ricercatori del Politecnico lo hanno sperimentato con successo anche nella Moreton Bay, al largo delle coste di Brisbane nello Stato del Queensland. (fonte L’Espresso)