• Articolo , 4 aprile 2008
  • Boeing: il primo aereo ad idrogeno ha preso il volo

  • Un motoaliante biposto con un’apertura alare di 16,3 metri ed alimentato da un sistema ibrido di celle a combustibile e di batterie agli ioni di litio

Per la prima volta nella storia dell’aviazione un aereo, con pilota, alimentato a fuel cell ha solcato i cieli. A darne l’annuncio l’ufficio stampa del centro Boeing Research & Technology Europe di Madrid. I primi voli sperimentali sono stati effettuati a febbraio e marzo, a partire dall’aeroporto Senasa di Ocana, con un piccolo aereo biposto Dimona con un’apertura alare di 16 metri, una lunghezza di 6,5 e un peso di 870 chili, pilota compreso. L’aereo è stato modificato con l’inserimento di un sistema di propulsione ibrido composto da una pila PEM (Proton Exchange Membrane) e una batteria di litio, che forniscono energia a un motore elettrico a elica. Durante i voli, il pilota ha portato l’aereo fino a 1.000 metri di quota usando l’energia combinata delle batterie e delle celle a idrogeno. Dopodiché con l’uso delle sole celle a idrogeno, ha mantenuto a questa altitudine una rotta lineare per 20 minuti alla velocità di crociera di 100 chilometri all’ora. Secondo i ricercatori Boeing, la tecnologia delle celle PEM potrebbe trovare impieghi potenziali nella propulsione di piccoli velivoli con e senza pilota, e a più lungo termine potrebbe, inoltre, essere usata come sistema secondario di generazione di elettricità su quelli più grossi.