• Articolo , 19 aprile 2010
  • Bolivia: si aprono le porte della Conferenza Mondiale su Madre Terra

  • Clima e Natura i grandi protagonisti dell’evento boliviano che cercherà di concludersi con proposte concrete da portare in Messico, dove dal 29 novembre al 10 dicembre avrà luogo il forum dell’Onu

(Rinnovabili.it) – L’Universidad del Valle, nella città boliviana di Cochabamba, sta ospitando la Conferenza Mondiale sui Cambiamenti Climatici e per i diritti della Madre Terra. Tutta la Bolivia è in fermento per l’iniziodi questa manifestazione che, a quanto sembra, registrerà importanti numeri in termini di partecipanti: le stime parlano di circa 18 mila persone registrate in 126 paesi che hanno reso necessario, per l’inaugurazione dell’evento, la scelta dello stadio come sede migliore per ospitare tutti i partecipanti.
Ospiti molto attesi i leader di Venezuela (Hugo Chavez), Ecuador (Rafael Correa), Paraguay (Fernando Lugo) e Nicaragua (Daniel Ortega) impegnati nel vertice, con l’intento di generare proposte concrete da presentare in occasione del prossimo forum dell’Onu, in programma dal 29 novembre al 10 dicembre in Messico.
Gli incontri inizieranno con discussioni incentrate sull’importanza del “Vivere bene” in cui verranno anche affrontati gli sviluppi e la situazione del paese nei quattro anni del governo Morales a cui, tra gli altri, prenderà parte anche il ministro dell’Economia, Luis Arce.
L’inaugurazione ufficiale della manifestazione è prevista però per domani, alla presenza del presidente boliviano, che istallerà un pannello elettronico per il monitoraggio dei dati scientifici relativi al cambiamento climatico per sensibilizzare e tenere costantemente aggiornati partecipanti e curiosi.