• Articolo , 18 novembre 2009
  • Bologna, approvato in Consiglio il Piano di azione ambientale 2008-2010

  • Il Consiglio provinciale di Bologna ha approvato a maggioranza lunedì 16 novembre l’Accordo quadro attuativo del Piano di azione ambientale per gli anni 2008-2010. L’accordo prevede 3.519.917 euro di finanziamenti, ai quali si andranno a sommare le risorse messe a disposizione da Provincia, Comuni, Enti Parco e soggetti gestori dei servizi rifiuti. Complessivamente, il totale […]

Il Consiglio provinciale di Bologna ha approvato a maggioranza lunedì 16 novembre l’Accordo quadro attuativo del Piano di azione ambientale per gli anni 2008-2010.
L’accordo prevede 3.519.917 euro di finanziamenti, ai quali si andranno a sommare le risorse messe a disposizione da Provincia, Comuni, Enti Parco e soggetti gestori dei servizi rifiuti. Complessivamente, il totale dei progetti così definiti assomma oltre 13 milioni di euro di investimenti in “ambiente”.
In particolare: 350mila euro saranno destinati all’acquisto di Monte Sole e Monte Capra, 250mila alla tutela della diversità biologica dell’area “Golena S. Vitale” (3 habitat di interesse comunitario coprono circa il 66% della superficie del sito: acque stagnanti, bordure planiziali, montane e alpine di megaforbie igrofile, foreste a galleria di Salix alba e Populus alba), 120mila a misure di mitigazione dei danni causati dai lupi (Progetto lupo, sviluppato con l’obiettivo di monitorare distribuzione, consistenza e dinamica della popolazione del predatore nell’Appennino bolognese), 200mila per la riqualificazione ambientale e il rimboschimento della cassa di espansione del Torrente Samoggia in località Le Budrie. Oltre 5 milioni di euro saranno utilizzati per interventi vari legati al potenziamento della raccolta differenziata (adeguamenti o realizzazioni di stazioni ecologiche attrezzate, attivazione della raccolta ‘porta a porta’ per carta e plastica nei comuni di Crevalcore, Sala Bolognese e Sant’Agata). Inoltre, presso molte stazioni ecologiche saranno installati sistemi di pesatura e lettura di tessere con codici a barre, al fine di attivare meccanismi premianti a favore dei cittadini più virtuosi