• Articolo , 30 ottobre 2008
  • Brescia: 2 Milioni per la mobilità sostenibile

  • E’ ufficiale. A Brescia arriverà il cofinanziamento europeo per la realizzazione di opere che incentivino la mobilità sostenibile. E’ stato lo stesso assessore alla mobilità di palazzo Loggia, Nicola Orto, a darne annuncio nel corso di una conferenza stampa. Le progettazioni avanzate dal consorzio “Modern” (acronimo di Mobility development and energy use reduction, associazione che […]

E’ ufficiale. A Brescia arriverà il cofinanziamento europeo per la realizzazione di opere che incentivino la mobilità sostenibile. E’ stato lo stesso assessore alla mobilità di palazzo Loggia, Nicola Orto, a darne annuncio nel corso di una conferenza stampa. Le progettazioni avanzate dal consorzio “Modern” (acronimo di Mobility development and energy use reduction, associazione che riunisce oltre che Brescia anche Craiova, Vitoria-Gasteiz, Coimbra e Ostrava) hanno dunque incontrato il pieno assenso della commissione europea dei trasporti.
La “posta in gioco” è complessivamente di oltre 9 milioni di euro e ai progetti presentati da Comune di Brescia insieme con Brescia trasporti e Brescia mobilità verrà assicurata la somma di 2 milioni e 416 mila euro. Entro i prossimi 4 anni quindi Brescia avrà il dovere di concretizzare le best practice iscritte nei 14 punti che si sono aggiudicati il cofinanziamento europeo. Il 15 ottobre è stato quindi sottoscritto il contratto tra la commissione europea e la città capogruppo di “Modern” (Craiova) mentre il 20 e il 21 ottobre è stato ufficializzato lo “start up” del progetto.
Dalla teoria alla pratica dunque ora per Brescia che entro il 2012 dovrà, per esempio, elaborare un piano urbano della sicurezza stradale e realizzare un monitoraggio dell’incidentalità strade in ambito urbano, oppure ottimizzare la distribuzione urbana delle merci, aggiornare il sistema di bigliettazione elettronica oltre ad estendere la segnaletica stradale a tutte le piste ciclabili. “La sottoscrizione dell’accordo è una grande successo”, ha dichiarato l’assessore Orto. “Rappresenta un’importante possibilità per cambiare il panorama della mobilità cittadina incentivandone la sostenibilità. Dispiace che esponenti del partito dei Verdi anziché fare squadra minaccino di far dirottare quelle risorse altrove”.
La conferenza stampa è stata occasione anche per fare il punto della situazione su Ztl e piste ciclabili. “Stiamo studiando un nuovo piano del trasporto pubblico. Promuoveremo un’indagine per conoscere le dinamiche degli spostamenti dalla periferia al centro città. Cercheremo di implementare le piste ciclabili dove sarà possibile”. E sul fronte dei mezzi pubblici, c’è la proposta di istituire, nella zone nord della città, servizi di bus a chiamata.