• Articolo , 12 aprile 2011
  • Bruxelles: la Sardegna firma il “Patto delle Isole”

  • La Sardegna ha aderito stamane al Patto delle Isole; dalla Regione il presidente Cappellacci ha affermato l’importanza di una firma che garantirà all’isola maggiore sostegno nell’adozione di politiche energetiche anti emissioni

(Rinnovabili.it) – Dalla Regione Sardegna la conferma dell’impegno per un futuro sostenibile si è concretizzato grazie alla firma del “Patto delle Isole”:http://www.puntoenergiass.com/Islepact/Descrizione%20del%20progetto.pdf per mano del presidente Ugo Cappellacci, che a margine dell’incontro tenutosi stamane a Bruxelles ha affermato: “ll patto delle isole rappresenta una svolta per le Istituzioni comunitarie perché crea le condizioni per un’ampia attenzione delle Istituzioni comunitarie al riconoscimento della specificità della condizione insulare in relazione al tema dell’energia.”
Il Patto, progetto sostenuto dalla Commissione europea interesserà tutte le isole europee garantendo loro maggiore stabilità nell’affrontare le politiche energetiche e nell’accedere a linee di finanziamento appositamente dedicate alle regioni insulari, come ad esempio il progetto “Sardegna CO2.0”:http://www.regione.sardegna.it/j/v/25?s=151778&v=2&c=3697&t=1 per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica. “La Sardegna – ha aggiunto il presidente, che è anche vicepresidente della Commissione ENVE del Comitato delle Regioni UE -, unica regione italiana a partecipare attivamente all’iniziativa, intende essere protagonista delle politiche dell’Unione Europea per l’energia, la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e lo sviluppo sostenibile”.
“I territori insulari – ha evidenziato Cappellacci – proprio per le loro caratteristiche possono portare avanti con maggiori possibilità di successo le politiche per raggiungere entro il 2020 gli obiettivi comunitari per la riduzione delle emissioni di CO2 di oltre il 20% e l’aumento del risparmio energetico, che potrebbe andare anche oltre tale quota.”