• Articolo , 28 febbraio 2011
  • “Buona Mobilità”, ecco i risultati!

  • Si è tenuto sabato 26 febbraio a Bologna, nella sala Polivalente dell’Assemblea legislativa, il primo evento partecipativo organizzato dalla Regione. Un momento di ascolto, dialogo e confronto con le cittadine e i cittadini dell’Emilia-Romagna sui temi legati alla mobilità e al trasporto, nello spirito della recente Legge regionale n. 3 del 2010. Questa iniziativa si […]

Si è tenuto sabato 26 febbraio a Bologna, nella sala Polivalente dell’Assemblea legislativa, il primo evento partecipativo organizzato dalla Regione. Un momento di ascolto, dialogo e confronto con le cittadine e i cittadini dell’Emilia-Romagna sui temi legati alla mobilità e al trasporto, nello spirito della recente Legge regionale n. 3 del 2010. Questa iniziativa si inserisce all’interno dell’elaborazione del nuovo Piano regionale integrato dei trasporti (PRIT) e si affianca alle altre forme di coinvolgimento previste dalle leggi di settore rivolte agli interlocutori istituzionali e più “tradizionali” della Regione.

I partecipanti all’evento “Buona Mobilità” sono arrivati numerosi da tutte le province dell’Emilia-Romagna e molti hanno utilizzato i “treni della partecipazione” messi a disposizione gratuitamente dalla Regione per agevolare gli spostamenti e incentivare l’adesione dei cittadini a questa iniziativa.

La giornata ha visto alternati momenti di discussione in plenaria a sezioni organizzate per tavoli di lavoro, dove i cittadini hanno espresso i loro punti di vista, si sono confrontati sui temi della mobilità e del trasporto e hanno elaborato alcune proposte alla Regione, affiancati da colleghi esperti del settore che hanno fatto da facilitatori nella discussione.
Il risultato dell’evento è stato la consegna in tempo reale a tutti i partecipanti di un “instant report”, resoconto dell’intera giornata e frutto soprattutto del contributo emerso all’interno dei diversi gruppi di lavoro. Questo documento rappresenta una base per un successivo approfondimento da parte della Regione, che lo tradurrà in un “documento di proposta partecipata”, che conterrà indicazioni e orientamenti dei cittadini utili per la redazione del nuovo PRIT.

La Regione successivamente organizzerà una presentazione pubblica, che chiuderà il cerchio di questo percorso e che sarà rivolta in primo luogo ai cittadini che hanno partecipato all’evento Buona Mobilità. Nel corso di questa iniziativa verranno illustrati i risultati raggiunti dall’evento partecipativo e verrà dato riscontro ai contenuti della “proposta partecipata” all’interno dei documenti del nuovo Piano dei trasporti.