• Articolo , 22 gennaio 2011
  • Cala il sipario sulla 1a edizione della maratona green promossa da Provincia di Siena e Apea

  • Abbiamo centrato il nostro primo obiettivo, raggiungere i cittadini con una comunicazione completa, chiara e accessibile su ci che si sta facendo in provincia di Siena nel campo delle politiche ambientali ed energetiche, nel pubblico e nel privato. A dirlo sono Gabriele Berni e Paolo Casprini, rispettivamente assessore allenergia e ambiente e dirigente settore politiche […]

Abbiamo centrato il nostro primo obiettivo, raggiungere i cittadini con una comunicazione completa, chiara e accessibile su ci che si sta facendo in provincia di Siena nel campo delle politiche ambientali ed energetiche, nel pubblico e nel privato. A dirlo sono Gabriele Berni e Paolo Casprini, rispettivamente assessore allenergia e ambiente e dirigente settore politiche ambientali della Provincia di Siena, facendo un bilancio della prima edizione della Settimana dellenergia che si chiude oggi, sabato 22 gennaio, a Palazzo Squarcialupi a Siena.

I partecipanti alla maratona green promossa dalla Provincia di Siena in collaborazione con lAgenzia provinciale per lenergia e lambiente e il contributo della Fondazione Monte dei Paschi sono stati circa un migliaio, con una media di duecento presenti al giorno. Parliamo di numeri significativi commentano Berni e Casprini – soprattutto perch sono espressione di una partecipazione vasta ed eterogenea, che va dal privato cittadino allimprenditore, dallamministratore pubblico agli studenti delle scuole superiori. Attorno ai dati, ai progetti e alle esperienze innovative che si sono gi sviluppate e che stanno nascendo nella nostra provincia, si creato grande interesse e questo ha permesso di fare della Settimana dellenergia un momento di confronto, ma anche unoccasione di informazione e approfondimento per tanti non addetti ai lavori. Questo ci che ci eravamo prefissi, affinch Siena carbon free 2015 non sia lobiettivo dellamministrazione provinciale, ma quello di una comunit nel suo complesso.

La fattibilit dellobiettivo – proseguono Berni e Casprini – supportata da progetti e azioni pubbliche e private gi partite, molte delle quali sono state presentate nel corso della sei giorni di dibattiti e incontri. Sono queste esperienze pratiche, nate in Terra di Siena e frutto delliniziativa dei nostri imprenditori, a dirci che Siena carbon free 2015 non unetichetta, ma una marca ambientale di qualit e un brand da esportare per valorizzare servizi e prodotti delle Terre di Siena. In questi giorni – aggiungono – abbiamo illustrato, sulla base di una quantit e qualit di dati significativa, un sistema ambientale virtuoso; abbiamo descritto i nostri obiettivi e spiegato dove siamo e dove vogliamo andare, mettendo a disposizione di tutti le esperienze fatte, che sono assolutamente replicabili in altri contesti. In pi, la Settimana dellenergia stata loccasione per presentare i progetti di formazione avviati, da RinnovAmbiente e al nuovo Its, convinti che sia necessario creare un know how diffuso, dal mondo dellistruzione post diploma a quello delle imprese.

Accanto allimportante e fondamentale lavoro delle istituzioni, che devono essere le prime a scommettere sui nuovi motori dello sviluppo e promuovere azioni a tutela del nostro ambiente commenta Simone Bezzini, presidente della Provincia di Siena – questa prima Settimana dellenergia ci ha fatto conoscere anche i tanti progetti e le esperienze messe in campo sul territorio nel campo delle energie rinnovabili, grazie allintraprendenza dei nostri imprenditori. A loro dichiara Bezzini – che stanno scommettendo con coraggio e lungimiranza nel settore della green economy, va il mio apprezzamento e ringraziamento. I dati e i risultati presentanti in questi giorni ci dicono che la nostra corsa verso lobiettivo Siena Carbon free 2015 una meta raggiungibile. Oggi lo ancora di pi con la consapevolezza che, accanto alle ottime performance sul piano del riassorbimento di Co2, anche il nostro tessuto imprenditoriale ed economico sta credendo nelle potenzialit delleconomia verde come chiave di crescita per il territorio.