• Articolo , 3 settembre 2007
  • Cambiamenti climatici: atlanti da rifare!

  • Gli effetti del riscaldamento globale implicano la necessità di rivedere le carte geografiche. “Le linee costiere non sono più quelle di quattro anni fa”, affermano i cartografi di Times 2007

Il global warming sta letteralmente cambiando il mondo. Lo affermano i cartografi che si stanno occupando della redazione dell’Atlante del mondo di Times 2007. Gli autori hanno detto di essere stati costretti a rivedere le linee delle coste in numerose zone del mondo in quanto diverse rispetto alle carte aggiornate al 2003. “Possiamo letteralmente vedere il disastro ambientale consumarsi sotto i nostri occhi. Temiamo che in un prossimo futuro paesaggi celebri spariranno per sempre – ha detto Nick Ashworth, direttore dell’Atlante – i contorni di certe regioni cambiano. Per esempio in Bangladesh. Il livello del mare sale di 3 millimetri l’anno e ciò ha vari effetti sulle coste. In altri casi si vede che fiumi come il fiume Giallo, in Cina, non arrivano più fino alla costa”. In alcune aree, come l’Alaska, il mare avanza sulle coste facendo “perdere” almeno tre metri di territorio all’anno; in altre, per la crescente siccità, grandi fiumi perdono dei bracci che in estate seccano completamente, con conseguente modifica delle linee di costa in corrispondenza delle foci. (fonte Ansa)