• Articolo , 4 aprile 2009
  • Camera commercio Vda insegna il risparmio energetico

  • La Camera di Commercio della Valle d’Aosta, in vista della terza edizione di Rigenergia, la fiera convegno su energie rinnovabili e riduzione delle emissioni, in programma nell’area dell’autoporto di Pollein (Aosta) tra il 5 e il 7 giugno, punta sulla formazione e organizza corsi per ‘insegnare’ a impiantisti, installatori, imprenditori edili, progettisti, artigiani e carpentieri […]

La Camera di Commercio della Valle d’Aosta, in vista della terza edizione di Rigenergia, la fiera convegno su energie rinnovabili e riduzione delle emissioni, in programma nell’area dell’autoporto di Pollein (Aosta) tra il 5 e il 7 giugno, punta sulla formazione e organizza corsi per ‘insegnare’ a impiantisti, installatori, imprenditori edili, progettisti, artigiani e carpentieri le tematiche del risparmio energetico e le tecnologie costruttive ad esso collegate.
In particolare, per quanto attiene al corso su Impianti a fonti energetiche rinnovabili l’obiettivo è quello di presentare alcune possibili integrazioni agli impianti tradizionali per ridurre i consumi e gli sprechi, utilizzando sistemi alimentati con fonti energetiche rinnovabili che garantiscono una riduzione dei consumi negli immobili.
Per quel che riguarda invece la seconda iniziativa, Costruire a basso consumo, la finalità è quella di offrire un primo punto di partenza per fornire alle imprese alcune conoscenze di base sulle modalità di costruzione e ristrutturazione nel rispetto delle esigenze di basso consumo energetico, tenendo conto anche delle problematiche di qualità acustica e dando particolare rilievo agli aspetti di fisica tecnica e alle sue applicazioni in edilizia.
“Attraverso queste due iniziative – spiega Demetrio Papagni, membro della Giunta camerale con delega sull’energetica -, intendiamo dar seguito ad un percorso formativo avviato già con la prima edizione di Rigenergia, volto a creare delle professionalità valdostane qualificate nei diversi ambiti del settore del risparmio energetico e delle energie rinnovabili, con la duplice finalità di rispondere in maniera adeguata alle richieste del mercato locale e di esportare le nostre conoscenze anche nelle altre regioni dell’arco alpino. Non bisogna dimenticare infatti che la Valle d’Aosta in pochi anni è riuscita ad avvicinarsi agli standard professionali dell’Alto Adige”.