• Articolo , 20 febbraio 2008
  • Campidoglio: Coldiretti a Rutelli, un Farmer Market a Roma

  • Valorizzazione della cintura verde di Roma, rilancio dell’educazione alimentare nelle scuole, un assessorato dedicato all’agricoltura e, soprattutto, un “farmer market” da realizzare nella capitale. Sono questi i temi sui quali la Coldiretti ha invitato il candidato del Partito Democratico al Campidoglio, Francesco Rutelli, a riflettere. Nell’incontro che si e’ appena concluso nella sede del “Comitato […]

Valorizzazione della cintura verde di Roma, rilancio dell’educazione alimentare nelle scuole, un assessorato dedicato all’agricoltura e, soprattutto, un “farmer market” da realizzare nella capitale. Sono questi i temi sui quali la Coldiretti ha invitato il candidato del Partito Democratico al Campidoglio, Francesco Rutelli, a riflettere. Nell’incontro che si e’ appena concluso nella sede del “Comitato Rutelli sindaco 2008”, il presidente della Coldiretti del Lazio, Toni De Amicis, ha potuto spiegare che “valorizzare le aree protette della capitale è una necessità: Roma ha una cintura verde di 80 mila ettari riservata a parchi. E’ la città agricola più grande d’Europa, ma questa vocazione non e’, secondo noi, abbastanza valorizzata”. A questo scopo la Coldiretti chiede quindi di “fare camminare a Roma le imprese agricole multifunzione”, agriturismo, centri benessere e quant’altro. C’è poi l’idea di realizzare un farmer market per la capitale, “un punto di valorizzazione del prodotto fresco che faccia di Roma la vetrina del gusto, con prodotti locali e a chilometri zero”. Quella dei prodotti a “chilometri zero” e’ una campagna sulla quale la Coldiretti lavora ormai da tempo: “Si tratta di risparmiare energia e risorse promuovendo il prodotto locale che non comporta grandi spese di trasporto”. D’altra parte, rileva De Amicis, “un farmer market è già attivo a Torino con buoni risultati ed e’ stato proprio Rutelli a votare, in finanziaria, il provvedimento che ne prevede la realizzazione”. Infine la delega sull’agricoltura: “Roma non ha avuto fino ad oggi un assessorato dedicato in maniera specifica all’agricoltura. Ne chiediamo uno che sia cosa diversa dall’assessorato all’ambiente e che possa prestare la dovuta attenzione ai 15 mila addetti che lavorano nelle 5 mila aziende agricole della capitale”.