• Articolo , 20 dicembre 2007
  • Campidoglio rinnovabile grazie al Gazometro solare

  • Gli uffici del Comune di Roma saranno presto alimentati con energia solare, grazie all’istallazione di moduli fotovoltaici sui quattro gazometri dell’area Ostiense

Già nel 2006, in occasione della Notte Bianca romana, il gazometro aveva illuminato la capitale, con oltre 10 chilometri di fibra luminosa (1 milione di led) avvolta sul “corpo metallico” della struttura. E ora tornerà a far parlare grazie al progetto ”Campidoglio rinnovabile”, ideato dall’Enea con l’Agenzia per lo sviluppo sostenibile del Comune e presentato ieri nell’ambito del convegno “Risparmio energetico e uso delle fonti rinnovabili nel centro storico”. Tale proposta prevede l’installazione degli impianti fotovoltaici sui quattro gazometri dell’area dell’Ostiense che serviranno a fornire energia al palazzo senatorio e al Campidoglio. I moduli fotovoltaici trasparenti che andranno a coprire le strutture in totale, garantiranno una produzione energetica di circa un milione di kilowatt-ora. “L’obiettivo – ha sottolineato il presidente di Enea Luigi Paganetto – è trasformare Roma nella capitale del risparmio energetico”. “Sono fiducioso che i tempi siano brevi”- ha dichiarato l’assessore all’Urbanistica Roberto Morassut, che però precisa: prima “è necessario concludere un processo di concertazione con Italgas ed Eni per la bonifica dell’aria”. (fonte City)