• Articolo , 21 marzo 2007
  • Canarie: spagnoli vento in poppa

  • L’isola di El Hierro sarà alimentata completamente da rinnovabili: idroelettrico, eolico. Il tutto per un investimento di 54,3 milioni di euro fino al 2009, con un risparmio annuale di anidride carbonica pari a 18.700 tonnellate

Una centrale idroelettrica di 10 MW di potenza alimentata da due serbatoi, un parco eolico e un sistema di pompaggio. È quanto si intende fare a El Hierro, isola appartenente all’arcipelago spagnolo delle Canarie, grande poco più dell’isola d’Elba e con una popolazione di 10.500 abitanti. Questo le permetterà di essere la prima isola al mondo alimentata completamente da fonti rinnovabili. In particolare, gli impianti idroelettrici forniranno la maggior parte dell’energia immessa in rete, mentre quella prodotta dal parco eolico alimenterà il sistema di pompaggio, per immagazzinare sotto forma di energia potenziale l’acqua nei due serbatoi. L’energia eolica in eccedenza verrà utilizzata per alimentare due impianti di desalinizzazione dell’acqua di mare. Infine, in caso di mancanza di acqua e vento, una centrale termoelettrica a gasolio, già esistente, sarà tenuta di scorta per le emergenze. ‘Con questo sistema riusciremo a trasformare una fonte di energia intermittente in un approvvigionamento controllato e costante di elettricità’, ha dichiarato il ministro dell’Industria spagnolo in un comunicato. (fonte Swisspolitics.org)