• Articolo , 22 ottobre 2010
  • Capitale verde 2012-13, premiate Vitoria-Gasteiz e Nantes

  • Durante la cerimonia svoltasi a Stoccolma il Commissario Potocnick ha consegnato il premio Green City Capital per gli anni 2012 e 2013 rispettivamente ad una cittadina del nord della Spagna e alla francese Nantes

Dopo le eccellenze di Stoccolma e Amburgo è arrivato il momento per l’Europa di incoronare le nuove “Green Capital”:http://ec.europa.eu/environment/europeangreencapital/index_en.htm del Continente per il biennio successivo al 2011, vale a dire le città che nella Comunità meglio rappresentano il pensiero verde promosso da Bruxelles a livello locale. A seguito della valutazione di 11 indicatori ambientali la commissione, composta da membri appartenenti alla Commissione europea, all’Agenzia europea dell’ambiente, all’ICLEI-Governi locali per la sostenibilità, all’Ufficio del Patto dei Sindaci, all’Ufficio europeo dell’Ambiente e al Comitato delle regioni, ha nominato le città che meglio hanno gestito la problematica green e la pianificazione urbana e cittadina. A ricevere il premio stavolta sono state il capoluogo regionale della Spagna settentrionale *Vitoria-Gasteiz* e la città francese di *Nantes* insignite del riconoscimento dal Commissario europeo dell’Ambiente Janez Potočnik, rispettivamente per gli anni 2012 e 2013.
La cerimonia di investitura ha avuto luogo nella notte a Stoccolma, prima città in assoluto ad essersi meritato tale riconoscimento.
A congratularsi con le nuove vincitrici e con l’impegno dimostrato per migliorare l’ambiente e la qualità di vita dei loro cittadini, innanzitutto il Commissario Potočnik, dichiarata sostenitrice del contributo che la vita urbana possa dare alla questione ambientale. “È nelle città che la maggior parte degli europei possono vedere all’opera la politica ambientale – ha dichiarato Potočnik durante la cerimonia. – Ed è nelle città che le decisioni ambientali contano. Molte città presentano una notevole impronta ecologica. Il premio _Capitale verde europea_ è una vetrina dell’impegno e dell’innovazione urbana che consentirà a queste città, nonché ad altre, di continuare a prosperare in futuro”.
Un impegno che per il capoluogo spagnolo “Vitoria-Gasteiz”:http://ec.europa.eu/environment/europeangreencapital/docs/cities/2012-2013/vitoriagasteiz-application.pdf si sta attualmente manifestando attraverso interventi di riqualificazione urbana che hanno permesso la costruzione di una cinta verde attorno alla città che a sua volta permette ad ogni cittadino di usufruire di spazi verdi aperti percorrendo una distanza massima dalla propria abitazione di 300 metri. La cittadina si è fatta apprezzare agli occhi della commissione anche per aver introdotto una massiccia politica per la salvaguardia della risorsa idrica provvedendo all’aumento del risparmio procapite con l’obiettivo di raggiungere presto i 100 litri di consumo giornaliero per cittadino.
L’acqua è stata anche al centro delle politiche ambientali della città di “Nantes”:http://ec.europa.eu/environment/europeangreencapital/docs/cities/2012-2013/nantes-application.pdf che è riuscita a collegare le aree verdi della città alle zone attraversate dai fiumi Loira e Erdre avviando un piano per la gestione sostenibile delle acque. Prima città francese a reintrodurre con successo i tram elettrici, Nantes ha dimostrato un impegno costante nel settore del trasporto pubblico a basso impatto, accompagnato da iniziative di stimolo a favore del servizio pubblico e della mobilità dolce e dall’ambizioso piano per ridurre di un quarto la propria anidride carbonica entro il 2020.