• Articolo , 31 gennaio 2011
  • Capone: “Fare chiarezza su vertenza Miroglio- fotovoltaico”

  • Si è tenuto oggi l’incontro convocato dalla Task Force per l’occupazione sulla vertenza Miroglio – deindustrializzazione dell’area tarantina, dopo le recenti proposte di riconversione per il fotovoltaico delle superfici già occupate dalle industrie tessili chiuse. All’incontro ha partecipato la vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico, Loredana Capone, con delegazioni degli enti locali, dell’azienda proponente l’investimento […]

Si è tenuto oggi l’incontro convocato dalla Task Force per l’occupazione sulla vertenza Miroglio – deindustrializzazione dell’area tarantina, dopo le recenti proposte di riconversione per il fotovoltaico delle superfici già occupate dalle industrie tessili chiuse. All’incontro ha partecipato la vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico, Loredana Capone, con delegazioni degli enti locali, dell’azienda proponente l’investimento e dei lavoratori. “Bisogna fare chiarezza – ha specificato la Capone – e occorre capire quali siano le autorizzazioni richieste e per quanti megawatt. Ad oggi risultano solo 37 MW, autorizzazioni che sono inammissibili in quanto la Provincia non ha rilasciato le valutazioni di impatto ambientale. Le domande inoltre risultano arrivate solo lo scorso 24 gennaio e la Provincia di Taranto ha affermato che da un primo esame le aree non risultano idonee”. “Servono inoltre – ha aggiunto la vicepresidente – idonee garanzie per il reimpiego dei lavoratori, che sono già in cassa integrazione dopo che l’impresa precedente usufruì di importanti incentivi statali. Se le garanzie ci saranno saremo noi a presentare al partenariato la bozza di un accordo e lo presenteremo al ministero. Ma principalmente occorre fare chiarezza sulla domande, sulle aree e sul reimpiego del personale in cassa integrazione”.