• Articolo , 26 febbraio 2010
  • Cappellacci: “il nostro no al nulceare è motivato, puntiamo sulle rinnovabili”

  • “Il nostro “no” al nucleare non si basa su pregiudizi di natura ideologica, né su valutazioni di carattere emotivo. Abbiamo una posizione diversa, ragionata, basata sulla specificità della nostra Regione” Così il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, ha commentato l’ipotesi di un referendum consultivo sul nucleare, avanzata questa mattina dal vice-ministro Urso a Cagliari. “In […]

“Il nostro “no” al nucleare non si basa su pregiudizi di natura ideologica, né su valutazioni di carattere emotivo. Abbiamo una posizione diversa, ragionata, basata sulla specificità della nostra Regione” Così il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, ha commentato l’ipotesi di un referendum consultivo sul nucleare, avanzata questa mattina dal vice-ministro Urso a Cagliari.

“In Sardegna – ha aggiunto il governatore-non c’è posto per le centrali perché intendiamo imboccare con decisione un’altra strada: quella delle energie rinnovabili e della green economy. La realizzazione di impianti nucleari rappresenterebbe un inaccettabile danno, anche dal punto di vista simbolico, per una terra che affida le sue speranze di sviluppo all’ambiente, al paesaggio ed alla propria identità. Siamo contrari ad una simile ipotesi ed un referendum non farebbe altro che confermare questa volontà”.