• Articolo , 14 novembre 2008
  • Cappotto “integrale” con Schöck

  • L’azienda viennese Schöck, all’avanguardia nelle tecnologie a servizio dell’edilizia sostenibile e a basso consumo energetico, si è saputa distinguere, nell’oceano degli espedienti per dare continuità all’isolamento termico a cappotto degli edifici, con una serie di prodotti studiati ad hoc per qualsiasi tipo di struttura portante e soluzione progettuale, con elementi costruttivi di alta qualità già […]

L’azienda viennese Schöck, all’avanguardia nelle tecnologie a servizio dell’edilizia sostenibile e a basso consumo energetico, si è saputa distinguere, nell’oceano degli espedienti per dare continuità all’isolamento termico a cappotto degli edifici, con una serie di prodotti studiati ad hoc per qualsiasi tipo di struttura portante e soluzione progettuale, con elementi costruttivi di alta qualità già predisposti per la posa in opera in fase di cantierizzazione del progetto. Schöck offre soluzioni pratiche e funzionali non solo nel campo dell’isolamento termico di balconi, scale esterne, terrazze ecc, ma include elementi per l’isolamento acustico con elementi anticalpestio e tecniche di armatura per l’edilizia civile ed industriale della prefabbricazione. Inutile sottolineare che l’obiettivo principale di un’azienda così innovativa sia costruire meglio e più semplicemente possibile, riducendo al minimo i problemi dovuti alla messa in opera di soluzioni spesso poco efficaci per contrastare i ponti termici nei punti più difficili di un qualsiasi edificio, ovvero i nodi strutturali. La Schöck fa poi un ulteriore passo avanti, proponendo a progettisti e operatori edili la possibilità di avere supporto tecnico attraverso il proprio portale internet, oltre a dare riscontro delle certificazioni ISO di tutti i propri prodotti e a soluzioni al limite della tecnologia, studiate specialmente per il modello CasaClima.
Il prodotto più diffuso ed innovativo di Schöck in relazione all’isolamento termico a cappotto degli edifici è Schöck Isokorb®, un elemento portante termoisolante nella versione per costruzioni in acciaio e in muratura. Esso consiste nel collegamento tra l’elemento portato (balcone, terrazzo, scala esterna) e l’elemento portante (di norma direttamente lo spessore del solaio al quale si innesta il primo elemento), attraverso un elemento composto da uno strato isolante di polistirolo espanso senza FCKW combinato con acciaio inossidabile (a formare una scatola rigida in cui le connessioni delle armature in acciaio siano ben salde) dotato, nel caso di collegamento di strutture in acciaio, anche di connettori portanti termoisolanti, che rende solidali le due parti della struttura da collegare utilizzando barre d’armatura di ripresa che andranno “annegate” nel solaio o vengono collegate con semplici raccordi filettati.
I risultati immediatamente ottenibili grazie a questa soluzione, oltre alla eliminazione completa del ponte termico, sono da riscontrare nella prevenzione di danni strutturali dovuti alla formazione di condensa e muffa. Inoltre, grazie alla soluzione pre -assemblate in fabbrica e quindi pronta per il montaggio in cantiere, viene drasticamente ridotto il tempo di posa, a favore di una maggiore razionalizzazione delle armature, di un immediato risparmio e di una importante riduzione dei flussi termici uniti alla perdita di energia. Tutto ciò può realmente contribuire alla diffusione non solo di un modo di costruire più efficiente e tecnologicamente avanzato, ma soprattutto a migliorare il “parco edifici” dal punto di vista funzionale ed energeticamente sostenibile.