• Articolo , 11 marzo 2008
  • Car-sharing in provincia di Milano

  • Dati positivi nel 2007 sul servizio di noleggio auto. E Legambiente Lombardia lancia il progetto di compensazione delle emissioni di Co2

Si tiranno le somme su un anno di car-sharing e si scopre il trend positivo del serivizo di noleggio dell’auto che costituisce sempre più una valida alternativa all’uso dell’auto privata. Nel 2007 in provincia di Milano si è passati da poco più di 1000 utenti a gennaio a quasi 1600 a dicembre, con un aumento di oltre il 50% degli iscritti. Nel 2008, a gennaio e febbraio, si registrano 80 nuovi associati al mese, cioè circa il 20% in più rispetto alla media del 2007. Un dato che può essere considerato come una conseguenza dell’Ecopass. Il car-sharing si presenta come un servizio più comodo e semplice da utilizzare: i parcheggi vengono segnalati con un cartello, sulle auto non mancano opuscolo informativo e libro di bordo su cui annotare le eventuali segnalazioni. Inoltre, è ancora più conveniente nei centri urbani: le auto possono essere parcheggiate sulle strisce blu senza dover pagare il “gratta e sosta”, e trattandosi di veicoli a basso impatto ambientale (tutti i diesel sono dotati di FAP) l’accesso all’area Ecopass è libero. Intanto Legambiente lancia un progetto ambizioso: un progetto di compensazione delle emissioni di CO2 prodotte dalla circolazione delle auto. Una parte del ricavato dal noleggio auto sarà investito in un progetto che permetterà di compensare la CO2 prodotta dalle auto, che nelle previsioni per il 2008 ammonterà a circa 100 tonnellate. Come fare? Legambiente Lombardia chiederà di inviarle progetti che permettano al minor costo di ottenere il miglior risultato di riduzione di CO2: esempi di progetti potrebbero essere quelli sulla mobilità sostenibile, sull’uso di biciclette, che porti a un risparmio equiparabile di CO2, sulla promozione dell’efficienza energetica e delle fonti energetiche rinnovabili in un edificio pubblico, oppure sulla piantumazione di alberi con creazione di un bosco.