• Articolo , 20 gennaio 2011
  • Carbon Trust: l’impresa tedesca ha le carte in regola per il green future

  • A seguito di un sondaggio il Carbon Trust ha messo al primo posto la Germania: i dirigenti aziendali sono pronti a scendere in pista per trasformare il settore trainante dell’economia in una risorsa davvero sostenibile

(Rinnovabili.it) – Una ricerca condotta dal Carbon trust britannico rivela come i dirigenti delle aziende del Regno Unito credano che gli omologhi tedeschi, sempre più impegnati nella valutazione e nell’acquisizione di _opportunità green_, siano tre volte più praparati all’imminente arrivo di una economia verde.
La ricerca afferma che esiste un mercato globale legato all’ambiente che ha un valore di 3,2 miliardi di sterline, e ottenerne la leadership è vitale qualora si voglia trarne beneficio.
Il Carbon Trust ha constatato che mentre il 92% dei leader industriali crede che la crescita verde rappresenti un’opportunità per le imprese britanniche, solo un terzo sono effettivamente impegnati nell’investire denaro nella ricerca e nello sviluppo di prodotti e servizi green.
Dei dirigenti aziendali intervistati il 77% ha affermato che il vantaggio reale dell’intraprendere un indirizzo green è utile e fondamentale per migliorare la reputazione della ditta. Il restante 33% ha invece comunicato che, avendo un piano di business sostenibile, è anche possibile aumentare i profitti economici.
A tal proposito il CEO del Carbon Trust, Tom Delay, ha dichiarato: “Le conseguenze per le imprese britanniche che non riusciranno a cogliere questa opportunità sono troppo negative per essere considerate: crescita minima, un numero maggiore di disoccupati e il rischio di un ritorno all’economia del _boom and bust_” -ossia della crescita rapida e dell’altrettanto rapido declino- “Non possiamo permetterci di continuare come abbiamo fatto fino ad oggi. Le imprese hanno bisogno di guardare oltre il ciclo di relazioni finanziario a breve termine e fare qualche puntata intelligente, anticipando sul futuro. Altrimenti il costo, sia per l’economia del Regno Unito e sia per l’ambiente sarà troppo grande per essere ignorato”.