• Articolo , 25 novembre 2010
  • Caridi ha aperto il convegno su “Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013”

  • L’assessore regionale alle Attività Produttive Antonio Caridi ha aperto, stamani a Gizzeria, il convegno su “Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013” promosso nell’ambito del Programma Operativo Interregionale per le Regioni Obiettivo “Convergenza”. “La Regione Calabria – ha detto Caridi in una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale – partecipa ampiamente alla politica energetica del sistema […]

L’assessore regionale alle Attività Produttive Antonio Caridi ha aperto, stamani a Gizzeria, il convegno su “Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013” promosso nell’ambito del Programma Operativo Interregionale per le Regioni Obiettivo “Convergenza”.
“La Regione Calabria – ha detto Caridi in una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale – partecipa ampiamente alla politica energetica del sistema Paese ed è in linea con quanto previsto dall’U.E. Un ruolo rilevante lo assegniamo all’efficienza energetica e al risparmio di energia negli usi finali, a parità di servizio reso. Importanti iniziative, infatti, sono state già avviate – ha aggiunto – per ridurre i consumi energetici degli Enti locali, come l’illuminazione pubblica, e di altre Istituzioni pubbliche, tra cui scuole e ospedali. E’ prevista inoltre a breve l’attuazione delle linee guida nazionali sulla certificazione energetica degli edifici. Nel merito è stato da poco sottoscritto un protocollo d’intesa con l’ENEA (ente nazionale di ricerca) proprio per applicare in Calabria (insieme alla regione Puglia), per la prima volta a livello nazionale, le linee guida nazionali per la certificazione energetica attraverso la realizzazione di interventi specifici in edifici pubblici calabresi”.
“Le notevoli risorse destinate all’energia – ha detto ancora Caridi – devono essere impegnate per favorire lo sviluppo dell’imprenditoria regionale e incrementare il numero di occupati che operano nel settore, anche sulla base delle esperienze e dei risultati di alcune regioni italiane (la Puglia) e di alcuni Paesi europei (la Germania).
La Regione Calabria ha destinato circa 210 milioni di euro (il 7% del totale delle risorse) del POR Calabria FESR 2007 – 2013 per realizzare tale strategia nella prospettiva dello sviluppo sostenibile e nel rispetto degli obblighi del protocollo di Kyoto per la riduzione dei gas serra”.
L’Info-Day sulle Energie ha visto la partecipazione dei rappresentanti delle Regioni Campania, Puglia, Sicilia e Calabria, oltre ad esponenti del Ministero dell’Ambiente e di quello dello Sviluppo Economico. La situazione energetica in Calabria e le opportunità offerte dal POI Energie rinnovabili e Risparmio energetico sono stati i temi trattati da Ilario De Marco, dirigente del Settore Energia e dal Dirigente Generale del Dipartimento Attività Produttive Maria Grazia Nicolò. g.m.