• Articolo , 29 gennaio 2008
  • Cavino: lampioni autoalimentati in tutto il XXIII° municipio

  • “Ho inviato la mia proposta al Presidente di ACEA spa, responsabile della gestione dell’illuminazione pubblica, affinché vengano installati in tutto il territorio del Municipio lampioni alimentati con sistema fotovoltaico – afferma Gianluca Cavino Capogruppo dei Verdi alla Provincia di Roma – Il XIII Municipio potrà così valersi finalmente di una tecnologia che è in linea […]

“Ho inviato la mia proposta al Presidente di ACEA spa, responsabile della gestione dell’illuminazione pubblica, affinché vengano installati in tutto il territorio del Municipio lampioni alimentati con sistema fotovoltaico – afferma Gianluca Cavino Capogruppo dei Verdi alla Provincia di Roma – Il XIII Municipio potrà così valersi finalmente di una tecnologia che è in linea con il risparmio energetico, divenuto ormai una esigenza assoluta, – spiega Cavino – ma che consente, grazie alla veloce installazione di punti luce, anche una grande versatilità nella realizzazione degli impianti di illuminazione stradale. I lampioni fotovoltaici non hanno bisogno di energia elettrica di rete, il sistema è altamente affidabile, non produce rumore indotto ed ogni palo è autonomo, così che il guasto di uno di essi non compromette il corretto funzionamento degli altri, l’energia è ricavata esclusivamente dalla luce solare ; immagazzinata di giorno ed erogata di notte. E’ ormai necessario – prosegue Cavino- che in materia di risparmio energetico e tutela ambientale vengano intraprese, dagli Amministratori e dai Gestori, iniziative di reale incidenza energetica e grande visibilità, quale quella di alimentare tutta l’illuminazione pubblica di un intero Municipio della Capitale, con fonti energetiche rinnovabili, quali il fotovoltaico. Ritengo che il Municipio XIII debba essere il primo a valersi di lampioni fotovoltaici – conclude Cavino – certamente per la sua sensibilità alla tutela ambientale, favorita e maturata dall’avere in dote ampi spazi verdi in primis la Riserva Statale del Litorale Romano, il mare ed un sito archeologico fra i più importanti ed estesi: gli scavi di Ostia Antica, ma anche per la sua collocazione territoriale che permetterà di evidenziare facilmente un risultato di sicuro risparmio energetico. Potremo avere la prova tangibile che il nostro contributo può fare la differenza, avremo l’orgoglio di proteggere l’ambiente in prima persona”.